È PARTITO IL BANDO DI INTERNAZIONALIZZAZIONE DI “ROMAGNA MIA”

E’ partito il  bando di internazionalizzazione giovanile di Romagna Mia: saranno i Kachupa a portare Romagna Mia nel mondo insieme al grande ospite internazionale Tonino Carotone, grazie alla produzione del Mei.
Dopo la  prima conferenza stampa al Mercato della Musica Viva a Vic in Catalogna e la presentazione ufficiale al Mei di Faenza, il brano approderà anche al Womex in Polonia a fine ottobre.
È stata l’etno folk band dei Kachupa, portabandiera della musica della terra di Slow Food, con il featuring del grande ospite internazionale Tonino Carotone, a riarrangiare e realizzare Romagna Mia in lingua spagnola per i mercati esteri grazie a una produzione di Giordano Sangiorgi del MEI con la collaborazione di Giuliano Paco Ciabatta per la Casadei Sonora. Il progetto rientra tra i progetti di  Sillumina, il bando realizzato da Mibact e SIAE per il lancio e la   promozione dei giovani artisti italiani. La legge di stabilità infatti ha previsto la distribuzione del 10% dei compensi per la copia   privata, gestiti da SIAE, in accordo con le Società di Collecting, in attività che favoriscano la creatività e la promozione culturale nazionale ed internazionale dei giovani.

Tra questi Materiali Musicali, il soggetto organizzatore del MEI, ha   ottenuto un grande risultato che l’ha portato a vincere il bando per la produzione   del primo disco d’esordio del giovane cantautore Leo Folgori con la   partnership della indies romana MarteLabel,   che ha presentato il suo   disco al MEI sabato 30 settembre, l’organizzazione e la promozione   del cantautore Cortex in un tour di almeno dieci date dal vivo come   promotore della collana discografia “Mi Sento Indie” , headliner al   MEI del palco di Irma Records e Radiocoop, l’allestimento di un   festival indie under 30 nella periferia urbana di Roma dopo il successo   dell’edizione speciale dei 20 anni già realizzata al Macro di Roma insieme a Zetema, e, appunto, l’internazionalizzazione di Romagna Mia. Romagna Mia, secondo le indicazioni del bando vinto, è stata tradotta   in spagnolo con il supporto di Riccarda Casadei, figlia del grande maestro Secondo Casadei, lo “Strauss di Romagna”, autore di uno dei brani italiani più diffusi all’estero, guida della Casadei Sonora che celebra quest’anno i suoi 70 anni di attività ed è stata registrata e stampata su cd e   distribuita on line grazie al lavoro di innovazione della band etno-folk-world dei Kachupa già   vincitori di Romagna Mia 2.0 – Il Liscio nella rete in occasione   della prima edizione della Notte del Liscio, che ne curerà l’arrangiamento musicale.

Un lavoro che prosegue l’importante lavoro di valorizzazione del nuovo liscio partito dal Mei nel 2012 con la collaborazione di  Moreno Il Biondo, grazie all’incontro tra tradizioni del folklore e musica indie, che poi ha visto tra l’altro la nascita di  Extraliscio  con Mirco Mariani e tanti altri progetti indie sul nuovo liscio, attraverso anche la Notte del Liscio e gli eventi di Sono Romagnolo, organizzati da Giordano Sangiorgi, patron del Mei, e la recentissima presentazione di successo del videoclip ufficiale di Romagna Mia a Faenza.

Un tale successo, riconosciuto a livello nazionale, non può che   portare un ulteriore ritorno sul territorio faentino e romagnolo e   sul suo valore culturale e musicale. Il progetto di internazionalizzazione giovanile di Romagna Mia è sostenuto da Mibact e Siae grazie al bando Sillumina ed allargherà l’interesse verso il nuovo liscio contaminato dai nuovi suoni verso le nuove generazioni internazionali oltre che del nostro paese come stanno facendo già tante nuove orchestre come gli Extraliscio.

La prima presentazione alla stampa del progetto di Romagna Mia in lingua spagnola si è svolta venerdì 15 settembre al Mercato della Musica Viva popolare di Vic in Catalogna alla presenza della stampa internazionale della musica folk e dei principali festival e produttori di musica folk e popolare europei.

Il brano è stato presentato al MEI 2017 di Faenza nella serata di apertura del 29 settembre a Casa Spadoni in una serata alla quale hanno preso parte Ambrogio Sparagna e i Cori delle Cante Romagnole di Ravenna, Lugo e Comacchio, e poi è stato presentato nelle   principali fiere e festival dell’area latina e mediterranea ed è stato dedicato a tutto il mondo del liscio della Romagna: alle sue 100 orchestre attive, alle sue 50 balere e altrettante scuole di ballo che ogni anno durante tutto l’anno portano in giro il suono della Romagna.

 KACHUPA

I Kachupa nascono come band di strada itinerante su un piccolo carretto. Nel 2006 incidono “Gabrovo Express”, premiato al MEI di Faenza come miglior disco autoprodotto ed allegato con una tiratura di 8.000 copie a “World Music Magazine”.

Suonano alla Notte della Taranta 2010. Nel 2011 vincono il premio Sanremo Village, associato al Festival, e incidono “TERZO BINARIO”.

Nel 2014 suonano al Concerto del 1° Maggio a Roma, come ambasciatori di Slow Food e “Diecimila orti in Africa”. Il singolo “Siamo tutti Africani”, arriva al 1° posto su iTunes. Idem per il singolo Finché ce n’è che arriva inoltre fino al 6° posto della classifica generale delle Hit più vendute. Nel 2015 sono premiati dal MEI per la nuova versione di “Romagna Mia” che vince la prima edizione del contest giovanile legato alla Notte del Liscio. La basnd è formata da Lidia Koicheva alla voce, Davide Borra all’accordion, Mattia Floris alla chitarra, Alberto Santoru al basso e Domenico Inguaggiato alla batteria.

TONINO CAROTONE

Tonino Carotone è un artista internazionale già “culto” che non ha bisogno di tante presentazioni. Antonio de la Cuesta cresce in un sobborgo di Pamplona (Spagna) ascoltanto la radio e guardando la TV, assorbendo così le melodie dei varietà e delle pubblicità. Più tardi viaggiando e scoprendo la musica di Luis Aguila, Trini Lopez, Peret, Mina, Rita Pavone, Albano & Romina, Adriano Celentano, comincia la sua prolifica carriera musicale. Prende spunto per il suo nome d’arte dal napoletano Renato Carosone ed il look da Fred Buscaglione. Già  disco d’oro  con l’album  “Mondo difficile” vanta collaborazioni con artisti del calibro di Manu Chao, Eugene Huts (Gogol Bordello), Erriquez (Bandabardò) e tanti altri. Appare inoltre in alcuni progetti della scena alternativa italiana ed estera, tra tutti lo ricordiamo con gli Arpioni, Zibba, Vallanzaska, Pietra Montercovino, i Terroni Uniti, Locomondo, Mimmo Epifani ect…

È ospite in varie trasmissioni televisive quali Parla con me, Chiambretti Night, Scalo 76 e radiofoniche come Gli Spostati, Fegiz Files e Caterpillar. Al teatro Politeama di Napoli riceve il “Premio Carosone” alla carriera come miglior artista straniero. Partecipa al Concerto del 1° Maggio in Piazza San Giovanni a Roma assieme alla Bandabardò. Oltre alle fortunatissime date italiane si esibisce regolarmente anche in Spagna, Grecia, Cile,Argentina (tour degli stadi con Manu Chao), Russia. Partecipa ai più blasonati Festival italiani e spagnoli. Federico Traversa per Chinaski Edizioni scrive con lui e per lui il libro“Il maestro dell’ora brava”.  Viene chiamato dal famoso regista Emir Kusturica per partecipare al suo Film & Music Festival di Kustendorf. Viene premiato al Festival delcinema dell’Havana per alcuni film che hanno utilizzato le sue canzoni. Suoi brani presenti anche nell’ultimo “cine panettone” di Aldo, Giovanni e Giacomo: “Il Ricco, il povero e il maggiordomo”. Il 26 Maggio 2017 esce il suo nuovo singolo  “L’Amore non Paga”(Saifam Group / Believe Digital) che anticiperà il nuovo disco la cui uscita è prevista perl’autunno. La produzione artistica è affidata ad  Alborosie  e la regia del Videoclip aMauro Russo  (Calibro9). All’interno del brano nel quale compare come autore tra gli altri  Fred Buscaglione Jr,  troviamo  Tyron Downie, storico tastierista di  Bob Marley  e cofondatoredei  The Wailers.

 

© Copyright Backstage Press. All Rights Reserved

Print Friendly, PDF & Email

Comments are closed.