Marco Ligabue L’equilibrista

Dall’inizio dell’esperienza da solista già numerosissimi concerti. Come ti trovi nella veste di front man rispetto a quella di musicista?

Mi sto trovando sempre meglio. E’ stata una sorpresa anche per me, nel senso che avevo un grande punto interrogativo sul come avrei gestito il palco. Oltre a cantare, bisogna anche comunicare e quella è stata la sorpresa più grande, mi trovo veramente a casa, a mio agio sul palco nel raccontare le mie canzoni, intrattenermi con il pubblico, raccontare le cose mie.

ligabue1Nei tuoi live tanti momenti e spunti sociali con un messaggio forte nel vedere sempre il bicchiere mezzo pieno. Ritieni che la musica possa essere importante per dare una spinta in un mondo sempre più propenso agli aspetti negativi?

Per me è decisivo, poi sono così di carattere per cui mi viene in modo molto naturale. Non mi piace il festival del lamento che c’è in giro; è vero che stiamo attraversando degli anni di difficoltà, tantissime difficoltà ma credo tutte superabili detto ciò non trovo nessun giovamento ad unirmi al festival del lamento che c’è in giro, anzi al contrario a me piace raccontare il sorriso, le cose belle, cercare anche nelle difficoltà un lato positivo.

Qualche settimana fa il tuo tour è passato per la Campania, ben tre date in diverse provincie. Qual è il tuo rapporto con questa terra?

La Campania è una di quelle regioni che ti accoglie a braccia aperte e con un calore unico. La gente qui, vive l’emozione all’ennesima potenza. Le canzoni ed i concerti sono vissuti con un’emozione ed emotività praticamente unica. Per me è un piacere ed un onore venire a fare dei concerti in Campania ed essere ricambiato con tanto affetto e calore.

Per i due anni da solista ti sei regalato, ma soprattutto, ci hai regalato l’equilibrista. Marco Ligabue, Paolo Belli e Beppe Carletti. Come nasce questo progetto?

E’ nato in maniera del tutto casuale, partendo da una foto che avevamo fatto lo scorso anno. Ci trovavamo ad un festival dove sul palco si alternavano tanti artisti, ci scattarono una foto e la pubblicarono online. Dopo che questa foto ha avuto un grande successo di visualizzazioni, ci siamo risentiti e ci siamo detti perché non facciamo qualcosa noi tre insieme in musica; io avevo scritto da poco una canzone “l’equilibrista”, l’ho fatta ascoltare a loro e da li siamo andati avanti con questa canzone.

Sei già a lavoro per il tuo nuovo album, puoi anticiparci qualcosa?

Lo sto ultimando in questi giorni, siamo ai mix finali. Sarà un disco di nove brani ed uscirà a giugno e porterà ancora più positività del mio primo lavoro.

Alfonso Papa  for Backstage Press © Copyright 2013-15. All Rights Reserved

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Comment