SICK TAMBURO – “UN GIORNO NUOVO” TOUR

Si arricchisce di un’ importante nuova data il tour nazionale dei SICK TAMBURO per la presentazione del nuovo disco di inediti, “Un Giorno Nuovo”, uscito per La Tempesta Dischi (distr. Master Music) il 13 aprile scorso: i Sick Tamburo suoneranno il 17 giugno a Monza, al festival I-Days 2017, dividendo il palco con i Linkin Park, i Blink 182, i Sum 41 e i Nothing But Thieves.
Nati dall’esperienza Prozac +, i Sick Tamburo sono uno dei gruppi alternative rock più interessanti del panorama italiano: testi concisi, ritmi incalzanti e un’affascinante attitudine punk.
Appena uscito, “UN GIORNO NUOVO” è entrato direttamente al #1 posto della Itunes top 200 Releases Italy Alternative Chart.

“Un giorno nuovo” è il quarto disco dei Sick Tamburo, in uscita il 13 aprile per La Tempesta Dischi. Prodotto da Gian Maria Accusani nel suo home studio per Discgust Music Production, contiene nove tracce originali e prosegue il discorso musicale intrapreso dalla band nel 2007 portandolo ad un nuovo livello grazie al rinnovato intreccio di chitarre elettriche e sintetizzatori, ritmi incalzanti e melodie wave.
L’album sarà anticipato dalla title-track “Un giorno nuovo” che uscirà il 21 marzo 2017 accompagnata da un videoclip girato da Stefano Poletti. La canzone “Meno male che ci sei tu” vede la partecipazione speciale di Motta (primo fan dei Sick Tamburo e forte del successo del suo primo album “La fine dei vent’anni” – 2016) alla voce e alla darabouka. Della canzone “La fine della chemio” esisterà una versione con ospiti le migliori voci della musica italiana.

La copertina lenticolare dell’album (in cui Mr Man e Miss Understanding si scambiano una rosa davanti ad un’esplosione atomica) è logica prosecuzione dei dischi/gioco fin qui realizzati: il primo Sick Tamburo aveva una sovra-copertina fustellata che fungeva da maschera/passamontagna per il ragazzo in copertina, il secondo “A.I.U.T.O.” era un flip-book in cui la scritta A.I.U.T.O. spariva in mezzo al mare, il terzo “Senza vergogna” era un origami “inferno paradiso”.

“UN GIORNO NUOVO” – TOUR DI PRESENTAZIONE
27-05 Spera Valsugana (TN) – Summer day festival

01-06 Pordenone – Pop festival

02-06 Siniscola (NU) – Tu doni io respiro

10-06 Padova – Sherwood festival

17-06 Monza – I-Days 2017

24-06 Giove (TR) – Dinosauri festival

30-06 Bussero (MI) – Reggae rock festival

01-07 Perugia – L’umbria che spacca

08-07 Soliera (MO) – Arti vive festival

22-07 Vicenza – Jamrock festival

28-07 Palazzuolo sul Senio (FI) – Festa della birra

30-07 Palazzolo sull’Oglio (BS) – Resta in festa

SICK TAMBURO BIOGRAFIA

I Sick Tamburo nascono nel 2007 da un’idea di Elisabetta Imelio e Gian Maria Accusani, già precedentemente uniti nell’avventura Prozac+. Elisabetta e Gian Maria scelgono il nome Sick Tamburo, inizialmente pensato per il progetto di percussioni noise di Gian Maria ora conosciuto come Hardcore Tamburo.
I Sick Tamburo iniziano pubblicando su MySpace alcuni brani (Intossicata, Finché tu sei qua, Topoallucinazione e Quel paese) e su YouTube il video di Tocca 24/7 dove appaiono con maschere bianche per celare i volti. Decidono di avvalersi di nicknames: Gian Maria sceglie Mr Man, mentre Elisabetta opta per Boom Girl. Vengono tuttavia riconosciuti ed abbandonano le maschere decidendo però di utilizzare dei passamontagna per motivi estetici. Si affidano fin da subito a La Tempesta Dischi, collettivo d’artisti indipendente capitanato da Tre allegri ragazzi morti, anch’essi pordenonesi.

Il 10 aprile del 2009 viene pubblicato il primo album dei Sick Tamburo, dal titolo omonimo e contenente dodici pezzi, per una durata totale di circa 39 minuti. I brani, scritti e composti da Gian Maria, hanno ritmi ripetitivi accompagnati da testi minimalisti. La grafica è di Alessandro Baronciani. Il 20 aprile 2009 esce il primo singolo ufficiale Il mio cane con tre zampe e inizia la collaborazione con Stefano Poletti che cura la regia anche dei loro successivi videoclip. Vengono premiati al Meeting delle Etichette Indipendenti (MEI) nella sua classifica indipendente. Iniziano un tour dal vivo anche in festival tra cui La Tempesta sotto le stelle, il Rivolution Fest e la Festa di Radio Onda d’Urto. Nel novembre del 2009 esce il secondo singolo Parlami per sempre, girato a Parma nella discarica della carta.

Nell’ottobre del 2011 il singolo E so che sai che un giorno preannuncia l’uscita del secondo album A.I.U.T.O. che esce il 4 novembre 2011. I suoi temi sono riassunti nell’acronimo Altamente  Irritanti Umani Tecniche  Ossessive. L’album contiene 12 brani per una durata di circa 42 minuti, la grafica è di Jacopo Lietti per Legno. L’A.I.U.T.O. Tour, iniziato da Milano il 25 novembre, porta la band in giro per tutta l’Italia.
Il 28 aprile 2014 esce in anteprima il video della canzone Il fiore per te che anticipa l’album annunciato Senza vergogna; nel video e nella canzone fa apparizione Davide Toffolo dei Tre allegri ragazzi morti, autore anche della copertina dell’album. Senza vergogna esce il 3 giugno del 2014, contiene dieci tracce e dura circa 36 minuti. Le dieci canzoni girano attorno a manie, stranezze e fissazioni che accadono quotidianamente a tutti noi. Cose che ci hanno insegnato a tenere nascoste, cose che però sono parte di noi e di cui quindi non si deve provare vergogna. Alla formazione si aggiunge Miss Understanding al basso e alla voce.

© Copyright Backstage Press. All Rights Reserved

Print Friendly, PDF & Email

Comments are closed.