Come è nata la nostra canzone preferita?

Uno studio, un artista, il produttore musicale italiano più di successo degli ultimi anni.

 

MICHELE CANOVA apre le porte del suo regno musicale e invita i suoi ospiti per una sfida: scrivere, produrre e registrare in una sola session una canzone partendo da 0. Così nasce CANOVA GAMEROOM, prodotto da Borotalco, il primo format video in cui si possono vedere modalità e dinamiche tramite le quali CanovA e i diversi artisti ospiti si influenzano e stimolano reciprocamente, assistendo alla nascita di una potenziale hit.

 

Nella prima puntata, fuori ora al link www.youtube.com/watch?v=nj0uq_pSa_8, vediamo CanovA e il suo primo ospite CLEMENTINO alle prese con un obiettivo: creare un brano in sole tre ore.

 

L’MC partenopeo e leggenda del freestyle arriva in studio, prende carta e penna e il resto viene da sé. Assistere al suo processo creativo e di registrazione può solo essere d’ispirazione per chi vuole fare dell’hip hop la sua vita. 

 

Scambi di idee, entusiasmo e stimoli reciproci sono gli ingredienti che caratterizzano questo format ma anche il lavoro di CanovA, la cui carriera ha rivoluzionato il pop italiano degli ultimi 20 anni. Generi musicali, attitudini e stili dei differenti artisti si fondono con la lunga esperienza del produttore, per quella che possiamo considerare una vera e propria masterclass sul processo creativo, sia dal punto di vista artistico che tecnico.

 

Pronti a giocare?

 

Clementino, si avvicina al rap nel 1996 e si fa largo nella scena hip hop vincendo tutte le più importanti gare di freestyle italiane. Proprio dopo aver vinto il suo primo torneo nazionale di freestyle, si mette al lavoro per realizzare il suo primo album indipendente dal titolo “Napoli Manicomio” (2006) al quale segue “I.E.N.A.” (acronimo di “Io E Nessun Altro”, 2011). Dopo il progetto “Rapstar” con Fabri Fibra, firma un contratto discografico con una major e pubblica 4 album di grande successo. Grazie alla gavetta, a centinaia di live, ai dischi d’oro e milioni di stream, si ritaglia un ruolo importante prima nella scena partenopea e poi italiana, riuscendo a esportare anche la lingua napoletana nel rap in tutto il paese, con brani quali “La Luce”, “O’ Vient”, “Cos Cos Cos”, “Quando Sono Lontano” e “La Cosa Più Bella Che Ho”. Partecipa due volte al Festival di Sanremo: nel 2016 il suo “Don Raffaé” di Fabrizio De Andrè riceve una standing ovation del Teatro Ariston e un premio De Andrè per l’interpretazione, consegnato direttamente da Dori Ghezzi. A dicembre 2020 torna con “Partenope” (Sony Music Italy) e nell’estate del 2021 collabora con Nina Zilla sulla traccia hit killer “Señorita” (Epic Records Italy/Sony Music Italy). Ad aprile 2022 pubblica il settimo album in studio “Black Pulcinella”. Clementino è decisamente un rapper, ma anche un attore e un intrattenitore di lungo corso e, dopo aver lavorato al cinema e in tv a fianco di grandi artisti come Fiorella Mannoia, Sergio Castellitto e Pino Quartullo, è stato impegnato per due edizioni consecutive come coach nel programma di RaiUno The Voice Senior, vincendo l’ultima edizione. A marzo 2023 pubblica sui suoi canali social un remix di “Quevedo: Bzrp Music Sessions Vol. 52”, dedicato alla sua squadra e alla sua città, diventato virale e pubblicato a maggio su tutte le piattaforme come “Guardando la luna (Napoli RMX)”.

Carmela Bove © Copyright Backstage Press. All Rights Reserved

Print Friendly, PDF & Email

Comments are closed.